Trekking della Penisola di Piona

Da Laghetto (225 m) all'Olgiasca (350 m) e l'Abbazia di Piona (220 m)

  • Lunghezza: 13 km.
  • Dislivello: 520 m.↑ - 520 m.↓
  • Durata: 4,15 ore.
  • Difficoltà: T/E (Turistica - Escursionistica).

Il cammino sulla Penisola dell'Olgiasca oltre a regalarci splendide vedute dell'Alto Lario ci consente di visitare il complesso dell'Abbazia di Piona, uno dei luoghi religiosi più interessanti del lago di Como. L'escursione ad anello non presenta difficoltà, parte e termina dalla stazione ferroviaria di Piona dove a cadenza oraria transitano treni diretti a Lecco e Sondrio. Consigliamo di partire con scarpe da trekking, una scorta d'acqua e nelle giornate più calde non dimentichiamo il costume da bagno poiché il tracciato passa nelle vicinanze di spiagge libere dove è possibile sostare e fare una nuotata.

Usciti dalla stazione di Piona (225 m) svoltiamo a sinistra in direzione dei campeggi in riva al lago, un lungo rettilineo ci conduce all'incrocio con la strada provinciale 72 che percorriamo con prudenza per un breve tratto. Raggiunto il ponte sul torrente Rossello troviamo le indicazioni per l'Abbazia di Piona (sentiero n.7), la mulattiera sale ripida nel bosco per poi addolcirsi e costeggiare dall'alto la strada provinciale. Transitiamo in un bosco di castagni e betulle, a monte enormi massi incombono sul sentiero mentre verso valle godiamo di magnifiche viste del lago e della penisola di Piona. Usciamo dal bosco nei pressi del ristorante il Crottino, attraversiamo la strada provinciale e iniziamo a salire per il caratteristico borgo di Olgiasca (305 m).

Passiamo a lato della chiesa di San Carlo ignorando l'indicazione stradale per l'abbazia, continuiamo sul sentiero n.7 per via Roccolo e superate alcune ville iniziamo il cammino sulla dorsale della penisola di Piona. Le tracce dei sentieri si confondono tra muretti a secco e panorami mozzafiato per poi congiungersi nei pressi della falesia del Sass Negher (365 m), una maestosa parete rocciosa attrezzata per l'arrampicata sportiva. Procediamo sul sentiero n.7 scendendo dolcemente verso la riva del lago, superata una grotta votiva costeggiamo una rete metallica fino all'entrata dell'abbazia. Dopo una visita all'Abbazia di Piona (220 m) riprendiamo il cammino sul largo stradone acciottolato, superato l'agriturismo Malagrida troviamo le indicazioni per salire all'Olgiasca (sentiero n.7A). Facciamo attenzione a non perdere la traccia tra i vicoli del borgo e quando ritroviamo la chiesa di San Carlo transitiamo sul percorso fatto in precedenza per la via del ritorno.

Sentiero del Viandante

Sentiero del Viandante

Il Sentiero del Viandante percorre a mezza costa la parte orientale del lago di Como, il cammino inizia ad Abbadia Lariana e termina a Morbegno, per facilitare l'escursione il tracciato è suddiviso in sei agevoli tappe.

Sentiero del Viandante

La Strada Regia

La Strada Regia

L'escursione sulla Strada Regia non presenta difficoltà, è facilmente percorribile in ogni periodo dell'anno evitando le giornate più calde d'estate e la neve d'inverno, in questa guida abbiamo diviso il percorso in tre tappe.

La Strada Regia

Dorsale Triangolo Lariano

Dorsale del Triangolo Lariano

Il trekking della dorsale del Triangolo Lariano parte da Brunate e termina a Bellagio, lo sviluppo è di circa 37 km. che corrispondono a 8/10 ore di cammino, con alcune varianti è possibile effettuare il percorso anche con bici MTB.

Dorsale Triangolo Lariano