Anello da Olcio allo Zucco di Sileggio

Da Gajum (483 m) al Corno Centrale di Canzo (1368 m)

  • Lunghezza: 13 km.
  • Dislivello: 940 m.↑ - 940 m.↓
  • Durata: 5,30 ore.
  • Difficoltà: EE (Escursione per Esperti).

Escursione ad anello che dalla fonte di Gajum (483 m) sale al rifugio S.E.V. (1235 m), raggiunge la cima del Corno Centrale (1368 m) per poi scendere al rifugio di Terz'Alpe (793 m) e tornare al punto di partenza percorrendo il sentiero Geologico. La salita al Corno Centrale è consigliata solo a escursionisti esperti, l'arrampicata sulla parete rocciosa è breve ma con tratti esposti da non sottovalutare per chi soffre di vertigini. I sentieri sono ben segnalati con frecce bianche e rosse (CAI Canzo), consigliamo di partire con una scorta d'acqua, scarpe da trekking e rimandare l'escursione in caso di maltempo. Fissiamo la partenza alla stazione ferroviaria di Canzo (Trenord | Milano - Asso) a 20 minuti di marcia dalla sorgente Gajum.

Dalla stazione di Canzo raggiungiamo la chiesa S.Francesco, seguiamo via Gajum fino al bivio nei pressi dell'albergo la Sorgente dove svoltiamo a sinistra sulla strada acciottolata che sale nel bosco. Saliamo seguendo larghi tornanti, superato l'agriturismo In Valentina entriamo in una foresta di larici e senza grandi sforzi raggiungiamo Prim'Alpe (718 m) sede del Centro per l'Educazione Ambientale e crocevia di altri sentieri. Poco oltre la sorgente S.Gerolamo (728 m) pieghiamo a sinistra sul ripido sentiero n.5 (Vetta dei Corni), superato un lungo tratto boschivo le pendenze si attenuano, costeggiamo la parte settentrionale dei corni e usciamo dal bosco in località Pianezzo a poca distanza dal rifugio S.E.V. (Società Escursionisti Valmadreresi | Tel. 338 5063747).

Dal rifugio saliamo alla Forcella dei Corni (1300 m), svoltiamo a sinistra in direzione del Corno Centrale e dopo aver aggirato un enorme masso arriviamo ai piedi della parete rocciosa. Superato il primo sperone troviamo un segnale (← EE) ci spostiamo a sinistra e seguendo altri bolli rossi ci arrampichiamo tra le rocce. Sulla sommità troviamo una piccola croce e una magnifica vista a 360° su laghi e monti, dopo una sosta scendiamo con attenzione per lo stesso percorso. Tornati alla Forcella costeggiamo sulla destra il Corno Occidentale, transitiamo su una pietraia fino a una bella radura dove troviamo il sentiero n.1 che scende a Terz'Alpe. Dal rifugio di Terz'Alpe seguiamo il sentiero Geologico che ci riporta a Gajum passando per il fondovalle del torrente Ravella, tra ponti, cascatelle e piscine naturali.

Sentiero del Viandante

Sentiero del Viandante

Il Sentiero del Viandante percorre a mezza costa la parte orientale del lago di Como, il cammino inizia ad Abbadia Lariana e termina a Morbegno, per facilitare l'escursione il tracciato è suddiviso in sei agevoli tappe.

Sentiero del Viandante

La Strada Regia

La Strada Regia

L'escursione sulla Strada Regia non presenta difficoltà, è facilmente percorribile in ogni periodo dell'anno evitando le giornate più calde d'estate e la neve d'inverno, in questa guida abbiamo diviso il percorso in tre tappe.

La Strada Regia

Dorsale Triangolo Lariano

Dorsale del Triangolo Lariano

Il trekking della dorsale del Triangolo Lariano parte da Brunate e termina a Bellagio, lo sviluppo è di circa 37 km. che corrispondono a 8/10 ore di cammino, con alcune varianti è possibile effettuare il percorso anche con bici MTB.

Dorsale Triangolo Lariano