Trekking Sasso di San Martino

Escursione da Griante alla chiesa e al sasso di San Martino

  • Lunghezza: 3 km. Cadenabbia ↔ Chiesa S.Martino | 2,5 km. Chiesa S.Martino ↔ Cima del Sasso.
  • Dislivello: 780 m.↑ - 780 m.↓
  • Durata: 4,30 ore.
  • Difficoltà: E (Escursionistica).

Il trekking da Griante (205 m) al Sasso di San Martino (860 m) è panoramicamente unico al mondo, il cammino ci regala magnifiche vedute di Bellagio e del lago di Como. La prima parte dell'escursione (fino alla chiesa di San Martino) non presenta difficoltà, mentre il tratto dalla chiesetta alla cima del Sasso si percorre su una mulattiera stretta e rocciosa, raccomandiamo quindi massima prudenza. Nella fase iniziale il percorso è ben segnalato, sulla cima del Sasso invece le indicazioni sono poche, consigliamo di scaricare la traccia GPX e consultare attentamente la mappa. L'escursione parte dall'imbarcadero di Cadenabbia, facilmente accessibile in traghetto e battello (Ente Navigazione Laghi) o in autobus (autolinee ASF C-10).

Dal porto di Cadenabbia ci incamminiamo verso nord, dopo pochi passi svoltiamo a sinistra per via Roma e alla chiesa di San Giuseppe saliamo in direzione della chiesa dei Santi Nabore e Felice. Transitiamo per il caratteristico borgo di Griante, raggiunto l'oratorio di San Rocco troviamo l'indicazione per la chiesa San Martino. Svoltiamo a destra sul ponte del torrente dei Ronconi e iniziamo a salire nel bosco, ai lati del sentiero possiamo ammirare le prime edicole della Via Crucis. Superati alcuni tornanti arriviamo alla chiesetta degli Alpini, nelle vicinanze sorge una zona di sosta dove possiamo riprendere fiato. Usciti dal bosco la salita si fa meno impegnativa e un bel tratto panoramico a mezza costa ci conduce alla piccola chiesa di San Martino (475 m), conosciuta anche come il Santuario della Madonna delle Grazie (XVI secolo).

Per raggiungere la cima del Sasso di San Martino dalla chiesa scendiamo sul sentiero percorso in precedenza, superata la vallata al bivio svoltiamo a destra, costeggiamo una baita e saliamo nel bosco. Proseguiamo l'ascesa allo scoperto e sotto il sole, fortunatamente tra le rocce troviamo una sorgente d'acqua dove possiamo ristorarci. Costeggiamo un grande sperone roccioso ed entriamo in una zona boschiva, usciamo dal bosco ai piedi di un pascolo, lo aggiriamo e saliamo verso alcuni casolari. Superate le cascine saliamo per un breve tratto su strada asfaltata, sulla radura svoltiamo subito a destra e dopo alcune serpentine arriviamo in cima al Sasso di San Martino da dove possiamo ammirare uno splendido panorama del lago di Como.

Sentiero del Viandante

Sentiero del Viandante

Il Sentiero del Viandante percorre a mezza costa la parte orientale del lago di Como, il cammino inizia ad Abbadia Lariana e termina a Morbegno, per facilitare l'escursione il tracciato è suddiviso in sei agevoli tappe.

Sentiero del Viandante

La Strada Regia

La Strada Regia

L'escursione sulla Strada Regia non presenta difficoltà, è facilmente percorribile in ogni periodo dell'anno evitando le giornate più calde d'estate e la neve d'inverno, in questa guida abbiamo diviso il percorso in tre tappe.

La Strada Regia

Dorsale Triangolo Lariano

Dorsale del Triangolo Lariano

Il trekking della dorsale del Triangolo Lariano parte da Brunate e termina a Bellagio, lo sviluppo è di circa 37 km. che corrispondono a 8/10 ore di cammino, con alcune varianti è possibile effettuare il percorso anche con bici MTB.

Dorsale Triangolo Lariano