Villa Pizzo - Cernobbio

Villa Pizzo a Cernobbio

Villa Pizzo sorge sul omonimo promontorio, tra i paesi di Cernobbio e Moltrasio, a pochi passi dalle acque del lago di Como. Villa Pizzo ha una storia molto antica, nel XV secolo il mercante comasco Giovanni Muggiasca acquistò i terreni e il casolare dalla famiglia Raimondi. La proprietà si estendeva dal lago fino alle cime delle colline retrostanti. Nel XVI secolo conclusa la guerra tra Como a Milano, Giovanni Battista Speciano luogotenente degli Sforza, divenne proprietario del possedimento. Il conte Speciano fece costruire, sulle fondamenta del casolare un'elegante villa e diede l'avvio al disboscamento dei terreni.

All'inizio del XVII secolo, i Muggiasca rientrarono in possesso della proprietà, nel 1630 durante un'epidemia di peste, vi si trasferirono insieme a familiari e amici. In quel periodo realizzarono i terrazzamenti del parco, piantarono vigne e ulivi e crearono un piccolo giardino all'italiana. Nel 1830, il Vescovo Giovanni Battista Muggiasca, non avendo eredi, donò la proprietà all'ospedale Sant'Anna di Como. La villa e i terreni furono messi all'asta, li acquistò il duca Ranieri d'Asburgo-Lorena, il nobile austriaco era un esperto botanico e si occupò principalmente del giardino. Al posto degli ulivi e dei vigneti, realizzò un grande giardino all'italiana e un suggestivo giardino inglese.

La nobildonna francese Elise Musard nel 1865 acquistò Villa Pizzo e proseguì i lavori di miglioramento della proprietà, fino al 1895 anno in cui la cedette a Fortunato Volpi. Gli eredi della famiglia Volpi - Bassani sono gli attuali proprietari. Oggi il complesso di villa Pizzo è composto dalla dimora padronale, alcuni edifici complementari e i magnifici giardini, con viali alberati, piante esotiche, ponticelli e giochi d'acqua. Da Maggio a Settembre sono organizzate delle visite guidate nei giardini, per gruppi di minimo dieci persone e solo su prenotazione.

Per maggiori informazioni: Tel. 031 511262 Giardini di Villa Pizzo.

Moltrasio

Moltrasio

Moltrasio sorge sulla riva occidentale del lago di Como, ha origini molto antiche, sono stati ritrovati manufatti in rame del 2000 a.c., altri ritrovamenti testimoniano la presenza sul territorio prima dei Galli 200 a.c. e in seguito dei Romani.

Moltrasio

Cucina Lariana

Cucina tipica del lago di Como

Gli agoni essiccati, detti in dialetto misultitt o missultin, erano un tempo una preziosa risorsa alimentare per gli abitanti del lago di Como, il particolare procedimento di lavorazione ne permetteva la conservazione per oltre un anno.

Cucina Lariana

Como

Como

Como, il paese che da il nome a tutto il lago, arrivando in treno alla stazione Como Lago, si possono ammirare tutte le meraviglie della città girando comodamente a piedi. Si consiglia una visita a Brunate e al Tempio Voltiano.

Como